News Politica

Giordania: (ri)forma mentis

Al-Quds al-Arabi (21/4/2012). Centinaia di manifestanti in Giordania ieri hanno chiesto al re Abdullah II di avviare riforme significative o di dimettersi. Le proteste si sono svolte in occasione dei festeggiamenti per la scarcerazione di 31 attivisti arrestati lo scorso mese con l’accusa di lesa maestà. A Tafila (Giordania meridionale), la loro città di origine, i manifestanti hanno accusato il re di non mantenere le sue promesse di riforma accusando le autorità di ricorrere alla legge marziale per reprimere le aspirazioni democratiche della popolazione.


Carlotta Caldonazzo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz