News Politica

Giordania: il parlamento fallisce nella nomina del Presidente del Consiglio

parlamento giordanoDar al Hayat (05/03/2013). Il nuovo parlamento giordano fallisce il primo test pratico, rivelandosi incapace di nominare un Presidente del Consiglio di “compromesso” . La Corte Reale ha ricevuto per la prima volta 3 settimane fa l’incarico di nominare il Primo Ministro attraverso il meccanismo della consultazione parlamentare, primo passo verso il “processo di formazione del governo attraverso il consulto del parlamento”.

Le modifiche costituzionali approvate dal re nel 2011 che trasferivano alcuni poteri al Parlamento,  non rendevano obbligatorio la nomina del Primo Ministro attraverso la consultazione dei parlamentari, né della sua squadra ministeriale. In minino due anni, però, il Re ha supervisionato la formazione di minimo 5 governi e lo scioglimento del parlamento prima dello scadere del termine.

Non vi è alcun dubbio che le consultazioni,che si stanno svolgendo in modo molto lento ed improduttivo , si stiano scontrando con la “fragilità” dei blocchi parlamentari, a questo si aggiunge l’incapacità dei soggetti politici di affrontare il delicato momento storico, forse per la paura di prendersi la responsabilità per la fase successiva in cui si dovranno prendere difficili decisioni economiche, in virtù di un accordo con il Fondo Monetario Internazionale.


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz