- Home > News > Siamo di fronte a una nuova Guerra del Golfo?
Golfo News Zoom

Siamo di fronte a una nuova Guerra del Golfo?

Iran Arabia Saudita Golfo
La nuova politica americana mette il Medio Oriente contro l’Iran

Di Faysal al-Qassem. Al-Quds al-Arabi (13/058/2017). Traduzione e sintesi di Gemma Baccini.

È chiaro che il Medio Oriente è di fronte a grandi cambiamenti, e sembra che quello che accade in Siria e in Iraq sia solo la premessa di un piano per mettere la regione contro l’Iran, o meglio, per mettere gli stati della regione gli uni contro gli altri, come successe negli anni Ottanta del secolo scorso.

Non so perché abbiamo la memoria corta. Solo ieri Khomeini prese il potere in Iran e subito suonò i tamburi di guerra contro l’Iraq e gli arabi. L’America si intromise, come se non fosse stata lei, insieme alla Francia, a far cadere lo scià per far entrare l’Iran in guerra contro l’Iraq e i suoi alleati arabi. Gli iraniani dimenticarono poi la Rivoluzione con lo scoppio di una guerra alla quale non avevano pensato e che era improbabile prima del 1979. Se crediamo che ci sia stata veramente la Rivoluzione popolare, l’America allora l’ha sviata facendo entrare l’Iran in guerra contro i suoi vicini affinché non ne venissero organizzati gli obiettivi.

Oggi, con l’arrivo di Trump al potere, i tamburi di guerra suonano nuovamente. L’atteggiamento dell’America verso l’Iran è cambiato bruscamente, e questi è diventato il più grande pericolo terrorista nel discorso politico e mediatico americano. Alcuni alleati dell’America si sono spinti al di là di questo discorso incitando a destabilizzare il Paese sfruttandone i contrasti politici, economici e sociali interni. Improvvisamente infatti, i media arabi hanno cominciato a parlare di Ahwaz e del Baluchistan occupati e di esercito di occupazione persiana. Questa è la pericolosa premessa di eventi che potrebbero rimettere in causa l’assetto della regione e significherebbe che l’America ha permesso all’Iran di introdursi in Siria e in Iraq solo per poi mettergli contro i suoi alleati arabi.

Ovviamente queste restano speculazioni, almeno finché non si vedrà come andranno le cose sul campo.

Ma una domanda si pone: la prima Guerra del Golfo ha giovato agli arabi? Ha giovato all’Iran? L’Iraq e gli arabi si sono buttati in una guerra dalla quale solo l’America e l’Occidente hanno tratto vantaggio. Guardate oggi in che stato versano, dopo essersi estenuati in guerre esterne! I risultati sono stati disastrosi per tutti. L’America riuscirà a dare un nuovo assetto al Medio Oriente? Vuole davvero distruggere l’Iran o solo mettere iraniani e arabi gli uni contro gli altri per vendergli le armi, come quando appoggiava Khomeini e Saddam? E se l’America riuscirà a distruggere l’Iran con l’aiuto degli arabi, lascerà quest’ultimi uniti o anch’essi si distruggeranno automaticamente per effetto delle guerre?

Faysal al-Qassem è un giornalista siriano.

Vai all’originale

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz