News Politica Siria Turchia

Forze turche usano cannoni ad acqua per respingere siriani

TOPSHOTS Syrian refugees run away as Turkish soldiers use water cannon to move them away from fences at the Turkish border near the Syrian town of Tal Abyad, at Akcakale in Sanliurfa province, on June 13, 2015. Turkey said it was taking measures to limit the flow of Syrian refugees onto its territory after an influx of thousands more over the last days due to fighting between Kurds and jihadists. Under an "open-door" policy, Turkey has taken in 1.8 million Syrian refugees since the conflict in Syria erupted in 2011. AFP PHOTO / BULENT KILIC

(Agenzie)Le forze di sicurezza turche hanno usato cannoni ad acqua e hanno sparato colpi di avvertimento per spingere i siriani indietro alla frontiera. Erano in migliaia i siriani ammassati al confine con il Paese per sfuggire all’escalation di combattimenti in Siria. Lo ha dichiarato un fotografo dell’AFP.

I siriani sono stati trattenuti dietro il filo spinato vicino al passaggio turco di Akçakale nel sud-est del paese. Essi fuggono da una battaglia in cui le forze curde sono arrivate nella città siriana di Tal Abyad, appena oltre il confine turco e dominata dai militanti di Daesh (ISIS). La maggior parte delle donne che arrivavano da questa città indossavano il velo integrale ed erano vestite di nero. Molte trasportavano sacchi bianchi sulla loro testa.

Le forze turche non hanno comunque permesso ad alcun siriano di attraversare di confine. La Turchia aveva detto la settimana scorsa che stava prendendo le misure di sicurezza necessarie per limitare il flusso di profughi siriani, proprio a causa dell’afflusso di migliaia di persone negli ultimi giorni, riversatisi in Turchia per i combattimenti tra i curdi e i militanti.

About the author

Giusy Regina

Add Comment

Click here to post a comment