News Società Tunisia

Ennahda: l’omosessualità non dovrebbe essere criminalizzata

(Tunisia Live). Il leader di Ennahda Rached Ghannouchi ritiene che l’omosessualità non dovrebbe essere criminalizzata in Tunisia. La dichiarazione è stata fatta da uno dei fondatori del partito  islamista tunisino durante un’intervista con il giornalista francese Olivier Ravanello.

“Non approviamo l’omosessualità” ha dichiarato Ghannouchi, “ma l’Islam non spia le persone. Anzi protegge la vita privata. Ognuno dovrebbe vivere la propria vita come desidera. E ognuno sarà responsabile delle proprie scelte davanti al creatore”.

In Tunisia l’omosessualità è punita con 3 anni di prigione, secondo l’articolo 230 del Codice Penale. Nel febbraio di quest’anno un uomo svedese è stato condannato in Tunisia a 2 anni di prigione. Nel 2012, invece, un membro del gabinetto tunisino, Samir Dilou, aveva definito l’omosessualità una “malattia da curare”.


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz