News Politica

Egitto: un morto e sette feriti in scontri a stazioni carburante

Egypt Independent (26/03/2012). Un uomo è rimasto ucciso e altri sette sono stati feriti ieri, nel corso di scontri avvenuti nelle stazioni di carburante, che stanno subendo una forte crisi, restando a secco in molti governatorati. I cittadini hanno bloccato le strade per protesta, mentre il governo discuteva modi di superare la crisi. Mohammed Gouda, che lavorava proprio in una stazione di carburante, è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco a Zefta, nel governatorato di Gharbiya, a nord del Cairo. Altri sette guidatori sono rimasti feriti nelle città di Mahalla el-Kubra, Smannoud, Santa e Tanta, nel corso di scorribande con lame che si sono scatenate mentre le automobili erano in fila. Dalla polizia giunge intanto la notizia di 110 mila litri di diesel e 2 tonnellate di gas recuperati grazie anche al ministero per la Solidarietà sociale e il commercio domestico, nei governatorati del Cairo, di Sohag, del Mar Rosso e Qena, prima che fossero venduti sul mercato nero. Secondo Hesham Sa’adallah, a capo dell’unità di crisi del ministero citato, i disagi dureranno almeno fino al 15 maggio, incidendo purtroppo anche sul grano.

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet