News Politica Società

Egitto: Mahmoud Wael, programmatore a soli 14 anni

Mahmoud WaelEgypt Independent (25/04/2013). Si chiama Mahmoud Wael, è egiziano ed è una delle persone più giovani del pianeta in grado di istruire studenti universitari nel linguaggio di programmazione C++. Nato il 1 gennaio 1999 nel quartiere di Hadayeq al-Qobba (Il Cairo), è un vero genio, con un quoziente d’intelligenza di 155. Da quando aveva 3 anni fa parlare di sé tanto in Egitto quanto nel resto del mondo: il padre Wael, pediatria, racconta che quando la sorella maggiore aveva 6 anni e non riusciva ad imparare le tabelline, Mahmoud, di soli tre anni, entrò nella stanza recitando tutte le risposte esatte! La madre, insegnante di biologia, era convinta fosse solo una coincidenza, ma di lì a poco vide la propria casa attorniata da canali televisivi che chiedevano al padre di Mahmoud di mostrare le sue incredibili abilità. Quando aveva 7 anni, l’American University del Cairo gli offrì dei corsi di inglese gratuiti per permettergli di leggere testi più approfonditi sulle teorie matematiche. Impiegò soltanto tre mesi ad imparare a leggere, scrivere e parlare inglese, divenendo bravo anche in francese.

In quel periodo venne scoperto il suo altro talento: la programmazione. Mahmoud riusciva a capire cosa succedeva nelle classi di informatica che attraversava andando a lezione di inglese. Attirò subito attenzioni a livello globale: tra tutti spicca la Microsoft che di recente gli ha offerto dei corsi per conseguire dei certificati in programmazione. Anche Ahmed Zewail, vincitore del Nobel per la Chimica, si fece avanti per dare al piccolo genio consigli preziosi. Tra i più utili a Mahmoud – ed è lui stesso a ricordarlo – ci fu il consiglio di provare a vivere una vita normale e di avere una robusta cultura generale. Dopo aver completato i certificati necessari, Mahmoud è ora in grado di insegnare agli studenti che frequentano master universitari. Ha intenzione di restare in Egitto e assicurarsi che ogni innovazione, invenzione e brevetto da lui sviluppati siano segnati come traguardi egiziani.


Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.