- Home > Economia > Egitto: l’impero economico dell’esercito
Economia Egitto News

Egitto: l’impero economico dell’esercito

Al-Jazeera (10/08/1014). Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha annunciato un progetto miliardario per aumentare la capacità di navigazione nel Canale di Suez e soprattutto per espandere l’impero economico in mano ai militari egiziani.

Il progetto di ampliamento del canale di Suez costerà alle casse dello stato egiziano, secondo al-Sisi, ben 4 miliardi di dollari e la sua supervisione sarà affidata non a una squadra di ingegneri o esperti di navigazione, bensì al già potente esercito egiziano. Un’operazione che potrebbe essere vista come una militarizzazione dell’economia (o economizzazione della lobby militare, la cui onnipotenza nel paese è praticamente inossidabile), ma che difficilmente porterà a una maggior trasparenza nei conti dell’esercito. Le operazioni finanziarie e il budget dei militari infatti sono parte segreti e la loro quota nel settore industriale non è soggetta a tassazione. Secondo le stime degli esperti, il patrimonio dell’esercito egiziano rappresenta il 40% dell’economia.

Lo scorso novembre al-Sisi aveva stabilito con un decreto che il governo “in casi eccezionali” avrebbe avuto facoltà di affidare a società di sua fiducia senza tener conto delle procedure di assegnazione ufficiali. Dove sono finite dunque le aspirazioni delle rivolte che hanno rovesciato Hosni Mubarak?


Carlotta Caldonazzo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz