Cultura Egitto News

Egitto: l’arte come mezzo per riconsiderare l’immagine della bellezza

Al-Arabiya. Dopo essersi sentita chiamare “grassa” da un uomo incontrato per strada, l’artista egiziana ventiduenne Bassant El Qassem ha deciso di imbarcarsi in un’iniziativa artistica nel tentativo di rinnovare la percezione della bellezza in seno alla società egiziana iniziando a realizzare disegni di donne “sovrappeso” che indossano vestiti che forse “non indosserebbero mai, anche solo per loro stesse”.

La sua iniziativa, dal nome “Ama il tuo corpo… Sei bella” e che ha attirato più di 30.000 fan, non ha solo lo scopo di sfidare gli stereotipi della bellezza, ma anche quello di rafforzare l’autostima delle donne nonché quello di criticare il fenomeno delle molestie sessuali largamente diffuso in Egitto. Inoltre, un recente rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rivelato che più del 70% della popolazione femminile in Egitto è sovrappeso e la El Qassem crede che queste donne vengano denigrate dalla cultura popolare e dai media.

Naturalmente, questo suo modo di ritrarre le donne egiziane ha attirato diverse critiche, alle quali però Bassant risponde dicendo che “l’arte non è haram (proibita)”.

Vai alla pagina Facebook dell’iniziativa

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz