Egitto News Società

Egitto: cristiano da mesi in prigione per aver distribuito copie della Bibbia

(Daily News Egypt). Ishaq Mehat, un cristiano copto egiziano arrestato lo scorso 6 ottobre per aver distribuito copie della Bibbia, si trova ancora in prigione in attesa di processo con l’accusa, tra le altre, di aver recato “danno all’unità nazionale” e di “diffamazione religiosa”. Medhat, 35 anni, era stato arrestato presso il centro commerciale Arabia, nel governatorato di Giza, in possesso di nove copie del testo sacro.

Secondo Isahq Ibrahim, ricercatore presso l’Iniziativa Egiziana per i Diritti Personali sulla libertà di culto, ha affermato che non esiste legge in Egitto che reputi illegale i tentativi di conversione. Tuttavia, “ci si avvale dell’art. 98 del codice penale, che reputa reato lo sfruttamento di una religione col fine di incitare all’odio settario e di danneggiare l’unità nazionale e la pace sociale”. La violazione dell’art. 98 può essere punita con detenzione da un minimo di sei mesi a un massimo di cinque anni.

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet