Golfo Zoom

È il momento del Golfo?

Iran Arabia Saudita Golfo qatar
Nel suo libro, il Professor Abdulkhaleq Abdulla spiega l’influenza che stanno avendo i Paesi del Golfo e la loro costante presenza nel panorama politico, economico, sociale e culturale arabo

Di Mamound Fandy, Sharq al-Awsat, 27/08/2018. Traduzione e sintesi di Sabrina Campoli. Siamo davvero nel “momento del Golfo” come scrive il Professor Abdulkhaleq Abdulla nel suo ultimo libro? Se sì, quanto durerà questo momento e di quale golfo stiamo parlando?

Nel suo libro, il Professor Abdulkhaleq Abdulla spiega l’influenza che stanno avendo i Paesi del Golfo e la loro costante presenza nel panorama politico, economico, sociale e culturale arabo. Il Cairo, Baghdad e Damasco hanno ceduto il posto a questi Paesi dove oggi vengono prese le più importanti decisione politiche arabe, trasformando questa parte di mondo in centro finanziario e diplomatico, dove i leader politici agiscono con chiarezza e desiderano guidare la nazione araba verso un futuro diverso. Ma fino a che punto è vero?

La storia ci insegna che i centri di potere sono in continuo mutamento; l’Impero Romano ad esempio, da Roma si è spostato a Costantinopoli (oggi Istanbul) per poi spostare il suo peso culturale dall’Europa all’America. Allora cosa c’è di strano se il potere arabo si sposa dal Mashreq al Golfo? Non credo ce quanto riportato dal Professor Abdulla sia un mistero storico, e allora di cosa bisogna davvero discutere? Credo che il momento storico di cui parla il professore, non riguardi tutti i Paesi del Golfo, almeno a livello politico e diplomatico. Pensiamo ad esempio all’importanza che ha avuto l’Ambasciata americana al Cairo durante l’era di Mubarak: oggi invece, gli Stati Uniti sono più concentrati sulle ambasciate a Riad e Abu Dhabi; Riad sta intraprendendo varie iniziative che ricevono attenzione europea e americana in termini di lotta all’estremismo, apertura interna e riforme politiche e economiche e lo stesso percorso è stato intrapreso dagli Emirati Arabi Uniti. Pertanto, non è strano che l’attenzione delle principali potenze mondiali si muova verso l’asse di Abu Dhabi – Riad.

Il Professore ha ragione ma, come ho detto, non è il momento dell’intero Golfo, ma solo di una parte di esso.

Il libro “Il momento del Golfo” merita attenzione perché pone un problema controverso e stimolante, e la reazione degli intellettuali arabi a questo libro non deve limitarsi a “Qual è il potere che hanno il Golfo e la sua popolazione per diventare il centro di influenza araba?”, ma essi devono usarlo come punto di riferimento per affrontare i vari problemi intellettuali. Abdulkhaleq Abdulla ha sollevato questo argomento che merita attenzione e risposte intelligenti, degne della sua proposta.

Mamound Fandy è uno studioso americano di origine egiziana. Editorialista di al-Ahram e Sharq al-Awsat.

Vai all’originale.

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz