Medio Oriente Zoom

Dieci sorprendenti imprenditori arabi del 2014

Baraka Bits (15/12/2014). Traduzione e sintesi di Carlo Boccaccino.

Inventiva, eclettica e sorprendentemente giovane, la nuova generazione di imprenditori mediorientali sta creando un ecosistema rivoluzionario con regole proprie e tutte nuove. Baraka Bits ha selezionato 10 storie di giovani arabi che hanno dimostrato che la spinta imprenditoriale è stata decisamente attiva nel 2014.

1. Ha 22 anni e ha fondato 6 aziende: è Abdallah Absi, la mente dietro Zoomaal. In un’intervista esclusiva al Rise Up Summit al Cairo, il proprietario della piattaforma leader nel crowdfunding spiega come ha fatto a diventare un businessman di successo dopo aver abbandonato gli studi universitari.

2. Ecco come questa donna è riuscita ad avviare un business di successo in un posto dove si crede esista solo la guerra. La storia di Amira Irzuna, che ha avviato la sua azienda fotografica dopo essere tornata nel suo Paese natio, la Libia, nel 2013.

3. Il Rise Up Summit, tenutosi a ottobre al Cairo, ha portato in Egitto alcuni degli imprenditori e investitori di maggior successo a livello mondiale, che hanno dispensato consigli su come cercare investimenti per le start-up.

4. Gli imprenditori egiziani sono sempre più giovani: una ragazza trasforma la sua passione per la moda in un social business. Noura Galal mostra come una donna incredibilmente giovane è capace di destreggiarsi tra diverse difficoltà riuscendo a creare un’azienda online per aiutare le sarte del Cairo.

5. Questa ragazza americano-irachena ha fatto la giornalista, la diplomatica e ora lavora per Google. In un’intervista a Baraka BitsDeena Shakir, relatrice al TechWadi Forum tenutosi a San Francisco lo scorso giugno, spiega le scelte che hanno guidato la sua carriera.

6. 7 hub per le start-up che ogni imprenditore arabo dovrebbe conoscere. Baraka Bits ha selezionato sette hub tecnologici emergenti, incubatori e acceleratori d’impresa che fungono da eccezionali innovatori propulsivi.

7. Perché molte start-up falliscono? 5 errori da evitare. All’interno della Settimana dell’Imprenditoria Mondiale, tenutasi a novembre, il coach degli imprenditori Ibrahim Mahgoub ha spiegato le cinque trappole in cui le start-up cadono e cosa fare per evitarle.

8. Ahmed El Alfi: “Bisogna accettare il fallimento”. Il fondatore di Sawari Ventures, nonché padre degli imprenditori egiziani, descrive a Baraka Bits il suo più grande fallimento e spiega come esso abbia inciso sull’andamento della sua carriera.

9. Come il concetto della torta può aiutare i giovani egiziani a creare nuove aziende. Abbiamo parlato con il trainer Anis Mohamed all’Egypt Youth to Business Forum dell’AIESEC, tenutosi a giugno, di un concetto innovativo che promette di cambiare il modo di intendere il business.

10. 9 consigli per le imprenditrici arabe da parte del Mena ICT Forum. Il Forum, tenutosi in Giordania, ha dato alle imprenditrici affermate l’opportunità di condividere le loro best practice e i loro migliori consigli con la prossima generazione di imprenditrici.

Valentina Primo è una giornalista argentina con un master in Studi sulla Pace con specializzazione in Diritti Umani.

Vai all’originale


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz