I Blog di Arabpress Luce su Tangeri Marocco News

Cronaca di oggi e di ieri al Petit Socco

Petit Socco
Petit Socco
Il Petit Socco in un dipinto di A. Ahriz, copertina del libro “Tangier’s Forgotten Hotels” di A. Clandermond e T. MacCarthy

La scena tragicomica delle risse quotidiane e dei fatti legati al Petit Socco non affascina oggi come ieri le pagine dei giornali.

Se domandi il perché delle zuffe agli osservatori, sospesi tra la pietà e il riso e incerti se intervenire o no, ti rispondono semplicemente “ramadan!”, come a dire “è normale!”.
Pare quindi che questo mese sacro, periodo per alcuni di sacrificio e devozione, preghiera e raccoglimento, si traduca per altri come il mese dell’isteria!

Nella piazza del Suq Dakhel o Petit Socco, nucleo storico della vita tangerina, il venditore ambulante di cestini di vimini le prende ogni giorno, in un angolo o nell’altro.

In questa piccola piazza rettangolare dentro la medina, Tangeri ha visto e vede passare tutta la sua storia. I suoi caffè, i bazar e le pensioni hanno ospitato, nel periodo noto come “l’epoca d’oro” della città, ricchi e medi borghesi e artisti della scena internazionale; sono stati teatro di fatti di cronaca (più o meno nera) testimoniati in parte dalla rivista inglese di allora: Al-Moghreb Al-Aksa.

A pochi metri più a sinistra da tutti questi uomini in cerchio attorno al vecchino dei cestini, si trova oggi la Pensiòn Becerra, un piccolo hotel che aprì le porte nel 1894 con il nome di Hotel Bristol e che subito acquisì una buona reputazione per l’ottima cucina. Fu sede di numerosi incontri e banchetti borghesi dell’epoca, cerimonie e intrattenimenti, fino a quando l’edizione del 21 maggio 1898 di Al-Moghreb Al-Aksa segnò l’inizio del declino a causa di “a misterious crime”.

Il crimine misterioso ha luogo in una camera della pensione che ospita due turisti da circa due mesi: Mr Hubert Byron Cliff Birkin e Mr William Callan. Accusato immediatamente di tentato omicidio, sembra che tale Callan abbia quasi ucciso Mr Birkin con un colpo di pistola non ben piazzato.

Degno di un romanzo giallo, l’affare Birking cambia ben presto piega grazie a numerose testimonianze dall’Inghilterra e da Gibilterra. Si fa luce su quest’uomo, Mr Birkin, un cocainomane e alcolizzato, già noto altrove per la sua aggressività, e giorno dopo giorno Callan è più vittima che carnefice.

L’apparenza inganna… chissà cosa combina allora il vecchino dei cestini di vimini dietro quell’aria da bonaccione!

Questa è solo una delle innumerevoli storie e dei racconti che si sovrappongono nei secoli, dando colore e attrattiva a questo luogo insonne. Continuo a cercare, osservare, vivere.

 

Da Tangeri, tra mito e realtà.

 

Fonte: Tangier’s Forgotten Hotels, A. Clandermond e Dr. T. MacCarthy (The Black Eagle Press, 2013).


Emanuela Barbieri

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet