News Tunisia Zoom

“Ballerini cittadini”: quando la danza è resistenza

Di Christophe Roulliaud. Le Journal (18/05/2014). Traduzione e sintesi di Silvia Di Cesare.

Probabilmente Bahri Ben Yahmed non era nato per diventare l’uomo che è oggi, ma una rivoluzione si è inserita nel suo cammino, cambiandogli la vita.

Marzo 2011. Ben Ali e sua moglie sono fuggiti in Arabia Saudita da più di due mesi. La Tunisia si sta riscoprendo. Sul viale principale di Tunisi, Bahri Ben Yahmed è venuto ad esprimere la sua libertà e speranza. Ma la manifestazione degenera. Arrivano 3000 salafiti e spingono gli artisti verso il Teatro Nazionale. “Il loro messaggio era che la strada non ci apparteneva. Questo fece scattare in me il campanello d’allarme. Dovevamo fare qualcosa prima che queste persone arrivassero a proibire l’arte”. La sua idea fu allora di invadere gli spazi pubblici, per fare quello che lui sa fare meglio: danzare.

Con alcuni dei suoi amici, Bahri tentò la sua prima esperienza girando un video dentro un autobus “per tastare il terreno, per vedere la reazione della gente”. L’esperienza fu così positiva che decisero di replicarla. Nel secondo video da lui girato, un altro gesto “politico” si aggiunse a quello della danza: entrò in scena una donna. Anche questa volta le reazioni furono molto positive ed i video pubblicati su internet iniziarono a diffondersi come un virus.

Il movimento, diventato un’associazione dal nome “Ballerini cittadini”, mette insieme dalle 10 alle 20 persone che con la loro danza rivendicano il loro diritto alla libertà, alla cultura, all’educazione e i diritti delle donne.

La logica continuazione di questa storia è la costituzione della prima istituzione dedicata alla danza del Paese. Quest’obiettivo trova però molti ostacoli lungo il suo cammino: da una parte la propaganda islamista, dall’altra il ritorno della censura e la diminuzione della libertà d’espressione.

La lotta di questi danzatori, però, continua e con essa l’occupazione degli spazi pubblici attraverso l’arte, pratica che sarà sempre sinonimo di libertà.

Vai all’originale

 


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz