- Home > Zoom > L’arte moderna ponte tra mondo arabo e Iran
Cultura Iran Zoom

L’arte moderna ponte tra mondo arabo e Iran

tmoca-arte-iran-ev
Un’inusuale mostra al Museo di Arte Contemporanea di Tehran mette insieme arte moderna araba ed iraniana in un’opportunità unica per la diplomazia culturale

Di Zahra Alipour. Al-Monitor (17/11/2016). Traduzione e sintesi di Antonia M. Cascone.

tmoca-arte-iranÈ in mostra al Museo di Arte Contemporanea di Tehran (TMoCA) una collezione di opere di artisti iraniani ed arabi dal titolo “Il Mare Sospeso”, tratto da una poesia del poeta palestinese Mahmoud Darwish. La mostra, curata dalla Barjeel Art Foundation, si protrarrà fino al 23 dicembre con l’esposizione di cinquant’anni di opere d’arte, dal 1940 al 1990, e il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo arabo. È la prima volta che una mostra di arte araba moderna si tenga in Iran.

Il TMoCA ha dichiarato che lo scopo della mostra è quello di “dare un’opportunità di studio comparato dell’arte moderna araba e iraniana a studiosi e studenti”. Il direttore del museo, Majid Mola Norouzi, ha definito l’iniziativa un “dialogo” tra arte iraniana ed araba, cosa che, a suo parere, può essere importante anche in termini di diplomazia culturale: “Allo stato attuale, l’immagine del mondo islamico è stata distorta dagli atti di cui alcuni movimenti si sono resi protagonisti. Allo stesso tempo, le tensioni nazionaliste in Medio Oriente hanno intaccato le relazioni tra i vari paesi”. Ha aggiunto: “Credo che gli artisti possano essere pionieri di un miglioramento dei rapporti umani, specialmente attraverso l’arte visiva, che utilizza un linguaggio universale”.

Se la poesia araba non è molto conosciuta in Iran, le arti visive lo sono ancor meno. “Il Mare Sospeso” è, dunque, il primo tentativo di far conoscere gli artisti arabi al popolo iraniano. Norouzi ha asserito che la promozione della conoscenza dei vari movimenti artistici mediorientali, nonché mondiali, è tra le principali ambizioni del museo: “Finora abbiamo organizzato moltissime mostre di artisti occidentali ma, sfortunatamente, nessuna sui movimenti artistici in Medio Oriente. Alcuni di questi hanno radici comuni, ma non sono mai stati analizzati insieme, tanto che molti artisti e storici dell’arte iraniani sanno poco e nulla delle arti visive arabe. Uno dei nostri obiettivi è creare l’atmosfera giusta perché gli artisti iraniani si approccino all’arte contemporanea araba”.

Amir Rad, che gestisce il centro mediatico del museo, ha inoltre puntualizzato che l’arte moderna è, in realtà, un campo vastissimo e che egli crede che non si possa ridurre il mondo arabo ad una singola categoria: “Catalogare i paesi arabi in un modo che suggerisce essi abbiano una visione comune della modernità non è corretto”, ha detto, “questa mostra non ruota solo attorno all’approccio alla modernità di artisti arabi e iraniani, bensì anche sulle opinioni specifiche che gli artisti dai singoli paesi arabi hanno sull’argomento”. Rad reputa che “Il Mare Sospeso” esplori un periodo importante della storia dell’arte iraniana ed araba, quello in cui è emerso il movimento modernista. “Sicuramente sarebbe stato interessante esporre una collezione di opere moderne occidentali nella stessa mostra, per un quadro completo e una valutazione dei risultati raggiunti, a prescindere dall’origine delle opere”.

Le opere degli artisti iraniani esposte alla mostra provengono dalla preziosa collezione del TMoCA, che vanta la più grande raccolta di capolavori d’arte moderna occidentale al di fuori di Europa e America del Nord. Benché non siano previste esposizioni permanenti – per mancanza di spazio, pare, e per questioni culturali – dalla scorsa estate una serie di opere del patrimonio del TMoCA, insieme a dettagliate informazioni su ogni pezzo, sono state caricate sul sito web del museo e rese accessibili dal pubblico per la prima volta da quarant’anni.

Zahra Alipour è una giornalista iraniana.

Vai all’originale

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz