News Politica Società Zoom

Amore per Tutti, la campagna degli omosessuali marocchini

-Cosa vuoi? -I miei diritti. -E quando li vuoi? -Immediatamente (da Aswatmag.com)
-Cosa vuoi? -I miei diritti. -E quando li vuoi? -Immediatamente (da Aswatmag.com)

di Abdel Moughit Gibran (Hespress 03/05/2013). Traduzione di Claudia Avolio.

“Amore per Tutti” è una campagna intrapresa da alcuni omosessuali marocchini che – come si legge su Aswat Magazine LGBT (Voci) – ha lo scopo di “protestare in modo pacifico, incrementando le urgenti richieste per l’abolizione di articoli di legge che criminalizzano i rapporti tra persone dello stesso sesso e per offrire loro protezione all’interno delle società”. La campagna è nata in preparazione delle manifestazioni a livello mondiale dello scorso 17 maggio, tra cui la Giornata Internazionale Contro l’Omofobia. Internet ha permesso agli attivisti marocchini di diffondere le proprie immagini con banner grafici che invitano al “rispetto per l’identità sessuale”.

“Amore per Tutti” vuole “invitare l’intera comunità alla tolleranza delle minoranze sessuali, e accrescere consapevolezza costruttiva circa la natura e l’esistenza”, facendo notare che “fornire protezione e giustizia alle minoranze – omosessuali e di altro tipo – non intacca le libertà e gli interessi degli altri, né religiosamente, né a livello culturale o sociale”. Numerosi gli omosessuali marocchini che hanno aderito alla campagna con immagini e lettere inviate al ministro della Giustizia e delle Libertà Mustafa Ramid, chiedendo l’abolizione della criminalizzazione dell’omosessualità nell’articolo di legge 498. Si sono inoltre rivolti ai funzionari dei media ufficiali perché “l’omosessualità è considerata un tabù a cui non ci si può accostare o non se ne può discutere, nonostante esista”.

Sui siti dei social network sono apparse molte foto di giovani omosessuali che mostrano cartelli e messaggi: alcuni sono ritratti davanti alla Compagnia Nazionale per la Radio e la Televisione, altri di fronte alla Torre Hassan. La caratteristica comune è che tutti si sono protetti nascondendo il volto dietro ai cartelli che portavano. Su un cartello si leggeva “Se l’omosessualità è uscire dalla vostra natura, allora anche voi siete omosessuali, perché uscite dalla mia natura”. Alcuni marocchini transgender che aderiscono alla campagna hanno invitato alla tolleranza degli omosessuali, sostenendo la decisione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che nel 1993 ha ritirato l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali, dopo che gli studi hanno confermato come l’omosessualità sia una tendenza naturale.

Vai all’originale


Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz