Algeria News Società

Algeria: il 60% delle donne pensano che il marito abbia il diritto di picchiare la moglie

(Al Huffington Post Maghreb). Secondo un sondaggio realizzato in Algeria dal ministero della Salute in collaborazione con UNICEF e UNFPA, il 59% delle donne algerine pensa che un marito abbia “il diritto di colpire o picchiare” la propria moglie per diverse ragioni. Tra quelle menzionate dalle intervistate, figurano la mancanza di rispetto della donna verso i suoceri, oppure casi in cui litiga col marito o trascura i figli.

I dati della ricerca rivelano che nelle zone rurali si tende a giustificare di più il fenomeno (66%) che nelle zone urbane (55%). Tra queste, le donne attualmente sposate o che lo sono state tendono a giustificare di più questa pratica, rispetto alle nubili (56%). Inoltre, questa tendenza è stata riscontrata più tra le donne tra i 45 e i 49 anni di età (64%) e meno nelle ragazze tra i 15 e i 19 anni di età (55%).

Un altro dato interessante che il sondaggio ha rivelato è che le donne algerine di rango superiore o più benestanti non giustificano la violenza del marito sulla moglie (41-48%). Al contrario, le donne non istruite o che vivono in condizioni di povertà, giustificano molto di più il fenomeno (70-76%).

Il sondaggio è stato condotto su un campione di circa 40.000 donne tra i 15 e i 49 anni di età residenti in diverse regioni dell’Algeria. I ricercatori spiegano di aver preso l’iniziativa per “avere un’indicazione su quali convinzioni culturali tendono a essere associate alla prevalenza della violenza dei mariti contro le mogli”.

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet