- Home > EAU > “Abu Dhabi International Book Fair”: come, quando e perché
EAU Italia Zoom

“Abu Dhabi International Book Fair”: come, quando e perché

Di Beatrice Tauro.

Il 27 aprile apre i battenti la 26° edizione della “Abu Dhabi International Book Fair”, la più prestigiosa ed ambiziosa Fiera del libro del Medio Oriente e Nord Africa.

La ADIBF venne istituita nel 1981 e da allora ha vissuto e continua a vivere una significativa crescita in termini di espositori e partecipanti. Sotto il patrocinio di Sua Altezza Sheikh Mohamed bin Zayed Al Nahayan, la Fiera si propone come obiettivo quello di sviluppare l’industria editoriale, promuovendo la lettura nella regione di Abu Dhabi e dei vicini Emirati, creando e incentivando altresì i legami culturali fra la penisola arabica e la comunità internazionale.

Ogni anno la ADIBF seleziona un “personaggio dell’anno” che abbia lasciato una forte impronta nel panorama culturale e dello sviluppo umano nel mondo arabo-islamico. Per il 2016 il personaggio dell’anno sarà il filosofo Ibn Rushed, noto in Occidente con il nome di Averroè.

In Fiera saranno presenti 181 espositori da 63 Paesi con più di 500.000 titoli in mostra.

La Fiera presenta diverse sezioni fra le quali spiccano il Creativity Corner e l’Illustrator’s Corner. Il primo è un punto di incontro per ragazzi dai 6 ai 12 anni, spazio pensato proprio per lo sviluppo delle donne e degli uomini del futuro, dove è possibile svolgere svariate attività, fra cui il teatro, la lettura e le scienze. Uno spazio a testimonianza di come il concetto di futuro sia centrale nella filosofia ispiratrice della Fiera. Il secondo invece presenterà una selezione di talentuosi artisti nel campo dei cartoon, del graphic design e delle illustrazioni.

Quest’anno ospite d’onore della Fiera sarà l’Italia. Ampio spazio verrà dato ai molteplici aspetti di tradizione culturale italiana, non solo di letteratura ma anche di musica, cinema e cucina. Lo Show Kitchen sarà completamente incentrato sulla tradizione culinaria italiana con la realizzazione di numerosi piatti della cucina regionale.

L’Italia viene riconosciuta come un Paese dalla profonda eredità artistica e culturale, con una industria editoriale posizionata al terzo posto nelle classifiche mondiali ed in costante crescita. Un ambìto partner nelle relazioni culturali per i Paesi dell’area.

Per il programma culturale la scena sarà tutta della letteratura italiana, con la presenza di numerosi autori di spicco nel panorama letterario italiano, dal Premio Strega 2015 Nicola Lagioia a Donato Carrisi, da Paolo Di Paolo a Valerio Massimo Manfredi, da Melania Mazzucco a Michela Murgia.

Per ulteriori informazioni vai al sito ufficiale

 


Beatrice Tauro

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz